Camminare in montagna al tempo del Coronavirus. Ecco come

camminare in montagna coronavirus

Si torna a camminare, ma l’attenzione deve essere alta! Ecco qui qualche consiglio, che speriamo possa essere utile, per camminare in montagna ai tempi del Coronavirus.

Chi frequenta la montagna sa che ci sono regole non scritte, che noi abbiamo raccolto qui, nel nostro “galateo della montagna”. Ma questo è un periodo particolare, ci sono regole nuove e nuovi abitudini che dobbiamo fare nostre.

Torniamo a camminare, a fare passeggiate in montagna, ma non bisogna mai smettere di stare attenti.

Abituiamoci ad andare in giro con mascherina e gel igienizzante sempre, anche quando si va a camminare. Questo perché anche se pensiamo di andare in un luogo in cui saremo soli molto probabilmente non sarà così, perché come noi, tanti hanno voglia di uscire e tornare a godersi la montagna.

camminare in montagna coronavirus
Malga Campo – by Andreas Tamanini

Scegliere con attenzione la meta

È sempre importante in montagna pianificare un’escursione, studiare il sentiero per intraprendere un percorso che sia alla nostra portata e per non trovarci impreparati. In questo momento, c’è qualche aspetto in più a cui dobbiamo porre attenzione.

  • scegliere con attenzione la meta della passeggiata o dell’attività fisica evitando i luoghi che normalmente sono affollati, preferendo quelli meno conosciuti
  • evitare sentieri stretti o luoghi dove sappiamo esserci passaggi che non consentono di mantenere le distanze, o comunque informarsi se è prevista una gestione che garantisca più sicurezza (per esempio accesso a numero chiuso o su prenotazione).

La mascherina anche in montagna

Insieme alla borraccia e a una giacca più pesante, oggi nello zaino dobbiamo ricordarci di portare anche la mascherina, conservata in una busta sigillata e un paio di guanti usa e getta, anche questi conservati correttamente.

  • avere sempre la mascherina a portata di mano, se si frequenta un posto affollato (sponda di un lago, sentiero, area attrezzata) indossarla sempre e correttamente, cioè coprendo bocca e naso.
  • se necessario, gettare mascherina e guanti in un cestino meglio se in un sacchetto chiuso, non abbandonarli mai per terra, in prati, boschi, aree verdi di qualsiasi genere.
  • portarsi dietro un sacchetto ermetico dove richiudere la mascherina usata per poi gettarla in seguito.
Cima Roccapiana – by Caterina Lavieri

Mantenere le distanze

In montagna una regola non scritta dice di dare sempre la precedenza a chi sale, e questo vale anche in tempi di Coronavirus. Bisogna però fare più attenzione a mantenere le distanze anche lungo il percorso.

  • facendo attività fisica è consigliabile mantenere sempre la distanza, anche maggiore di un metro. Sfruttiamo gli spazi della montagna!
  • su strada sterrata abbastanza larga, se si incontra qualcuno nel verso opposto, spostarsi sul lato destro della strada per mantenere le distanze.
  • su un sentiero, se si incontra qualcuno nel verso opposto, chi sta scendendo si ferma e si sposta fuori dal sentiero di almeno un metro per lasciar passare chi sale mantenendo le distanze.
  • per superare qualcuno su strada o sentiero, lo si avverte prima del “sorpasso” in modo che si possa fermare o spostare e sia possibile superare mantenendo le distanza, non passandogli accanto.
  • per chi è in mountain bike, su strada o sentiero, rallentare se si incontrano persone a piedi per permettergli di spostarsi dal percorso.

Non ostruire il passaggio

  • se si incontra un amico o conoscente e ci si ferma per due chiacchiere, si mantengono le distanze evitando di fare gruppo in mezzo al sentiero, per permettere agli altri di passare in sicurezza.
  • se si vuole fare una pausa durante la passeggiata, non fermarsi in mezzo o sul bordo del sentiero, ma scegliere un luogo dove sia possibile allontanarsi agevolmente dal tracciato.
montagna trentino
Malga Termoncello – by Marco Formolo

Condividere

Uno degli aspetti belli della montagna è senz’altro la condivisione, che in questo periodo però merita qualche attenzione in più.

  • portarsi sempre dietro una tazza o dei bicchieri monouso, in modo da poter offrire dell’acqua o del tè caldo senza dover condividere la borraccia.
  • evitare di condividere del cibo se non è possibile farlo in sicurezza, e nel caso ricordarsi di igienizzare sempre prima le mani (per esempio se si condivide una tavoletta di cioccolato).

Panchine e tavoli all’aperto

  • evitare di toccare con le mani nude panchine o tavoli all’aperto, se lo fate per errore igienizzate le mani.
  • non sedersi su una panchina o un tavolo già occupato da un’altra persona che non faccia parte del nostro nucleo familiare.
camminare in montagna coronavirus
Campodenno – by Maurizio Paternoster

Offrire sempre un aiuto

Se si incontrano persone in difficoltà, cercare di fornire un aiuto facendo però sempre attenzione a mantenere le distanze.

  • se si incontra qualcuno che ha perso il sentiero, si possono dare indicazioni sul percorso rimanendo a distanza di sicurezza.
  • se non è possibile rimanere a distanza, indossare sempre la mascherina e i guanti per avvicinarsi.
  • chiamare prontamente il soccorso in caso di pericolo.

Salutare sempre

E infine il buongiorno non si nega mai in montagna, con la mascherina o a una buona distanza, non perdiamo l’abitudine, si salutano anche gli sconosciuti!

Credits: in copertina l’immagine di Andreas Tamanini

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...