Escursione a malga Rodeza in inverno, la Val di Non che incanta

malga rodeza predaia inverno

Per tutti quelli che anche nella stagione fredda non vogliono tenere i piedi fermi, ecco una bella escursione in Predaia, per arrivare fino a malga Rodeza anche in inverno.

malga rodeza vista inverno
vista sulle Dolomiti di Brenta – foto di Adele Eccheli

Malga Rodeza in inverno

Una piccola malga ai limiti del bosco e una vista incantevole sulle Dolomiti di Brenta. Questo è il bellissimo angolo di mondo dove sta malga Rodeza, un posto incantevole anche in inverno. Siamo in Predaia, in Val di Non, sui monti che salgono dai paesi di Sfruz e Vervò e vanno su, fino a guardare la Val d’Adige.

malga rodeza inverno
vista da malga Rodeza – foto di Adele Eccheli

Malga Rodeza, o come viene anche chiamata, malga di Tres, si trova a circa 1580 metri di altitudine, proprio sul percorso che porta al Corno di Tres, un bellissimo punto panoramico.

C’è una strada forestale che arriva fino in malga, quindi anche in inverno è un percorso adatto a chi vuole provare nuovi itinerari con le ciaspole (in caso ci sia neve ovviamente!).

Malga Rodeza è di solito aperta nei weekend invernali, ma consigliamo sempre di chiamare prima per verificare l’effettiva apertura e per prenotare.

Proponiamo qui anche una variante per la prima parte del percorso e poi consigliamo di allungare fino al Corno di Tres!

! AVVERTENZA !
A causa della pandemia l’attività delle strutture ricettive può venire limitata.
Consigliamo sempre di verificare le attuali disposizioni in merito.

malga rodeza neve
malga Rodeza – foto di Adele Eccheli

Escursione a malga Rodeza in inverno, dal Rifugio Predaia

Come dicevamo, la strada forestale che porta alla malga parte dal Rifugio Predaia ai Todes’ci e sale nel bosco fino a malga Rodeza.

Per arrivare al rifugio, punto di partenza, si imbocca il bivio in corrispondenza dell’hotel Sores, sulla strada che sale da Vervò (qui sulla mappa). Si segue la strada asfaltata che sale fino a poco dopo il rifugio Predaia, e qui si può parcheggiare.

Anche in caso di nevicate, la strada viene di solito pulita e quindi è percorribile in macchina. Attenzione però perché alcuni tratti sono ripidi e in caso di molta neve la strada risulta un po’ stretta. Invece, nel caso la strada non fosse pulita (per esempio appena dopo una grande nevicata), questo tratto va fatto a piedi e aggiunto al percorso (1,7 km e 200 m di dislivello in salita).

strada forestale per malga rodeza inverno
percorso per malga Rodeza – foto di Adele Eccheli

Ma torniamo alla nostra escursione. Il primo tratto del percorso, dal rifugio, è abbastanza pianeggiante. Si segue sempre l’indicazione per la malga (sentiero 503), superando sulla sinistra il bivio che porta invece alla malga di Coredo. Dopo poco il percorso comincia a salire nel bosco.

Il alcuni tratti la salita è un po’ ripida, ma il percorso non è lungo e potrete farvi distrarre dalla bellezza del bosco innevato. Dopo circa 2 chilometri, eccoci quasi arrivati, l’ultima salita, l’ultima curva ed ecco la malga!

Il percorso di solito viene battuto, ma consigliamo comunque le ciaspole in caso di neve.

malga rodeza neve
malga Rodeza – foto di Adele Eccheli

Tempi, lunghezza e dislivello

  • Partenza: Rifugio Predaia (circa 1400 m)
  • Arrivo: Malga Rodeza (circa 1580 m)
  • Sentiero: 503, strada forestale
  • Dislivello in salita: circa 200 m
  • Tempi: circa 1 ora – solo andata (i tempi possono variare a seconda delle condizioni del sentiero, delle soste e del passo di ognuno)
  • Lunghezza: 2 km (andata)
malga rodeza in inverno
malga Rodeza – foto di Adele Eccheli

Primo tratto partendo dal Solarium Predaia

Vi proponiamo anche una variante per il primo tratto, che allunga un po’ il percorso ma che regala un vista davvero spettacolare sulla valle.

Si parte dal ristorante Solarium Predaia, proprio accanto alla pista da sci. Da qui si segue la traccia battuta che sale sulla destra della pista e porta su fino al Dos da Spin, poco sopra il Rifugio Predaia.

predaia inverno
foto di Adele Eccheli

Qui il percorso si ricongiunge alla strada forestale che dal rifugio Predaia porta su in malga. Quindi, imboccate la forestale sulla sinistra seguendo le indicazioni per malga Rodeza (sentiero 503). Attenzione a non imboccare la strada che porta invece a malga Coredo!

Tempi, lunghezza e dislivello

  • Partenza: ristorante Solarium Predaia (circa 1260 m)
  • Arrivo: Malga Rodeza (circa 1580 m)
  • Sentiero: pista battuta, poi percorso 503 (strada forestale)
  • Dislivello in salita: circa 350 m
  • Tempi: circa 1.30 – 2 ore – solo andata (i tempi possono variare a seconda delle condizioni del sentiero, delle soste e del passo di ognuno)
  • Lunghezza: 4 km (andata)
predaia-inverno
foto di Adele Eccheli

Variante per Corno di Tres

Per chi vuole allungare ancora il percorso, consigliamo di continuare oltre la malga, percorrendo il sentiero 503 che porta su fino al Corno di Tres (1810 m). Sono altri 250 m di salita in poco meno di 2 chilometri e mezzo. Quindi dosate bene le forze contando che ci sarà anche il ritorno, ma garantiamo una vista spettacolare.

sentiero per corno di tres neve
percorso per Corno di Tres – foto di Adele Eccheli

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...