8 cose sul Lago di Braies che devi proprio sapere

lago di braies
8 cose sul Lago di Braies che devi proprio sapere
4.8 (96.8%) 25 votes

Il lago di Braies è certamente tra i laghi di montagna più popolari, forse il più famoso in assoluto. Questa piccola grande meraviglia che avrete sentito nominare anche come “la perla delle Dolomiti” colpisce al cuore prima di tutto per la disarmante bellezza degli elementi naturali, ma c’è di più.

lago di Braies-autunno

 

1. Dov’è il lago di Braies e come arrivare

Il lago di Braies, Pragser Wildsee in tedesco, si trova in Alto Adige, in una piccola valle laterale della Val Pusteria a 1496 metri di altitudine.
Si può raggiungere in macchina prendendo il bivio che, all’altezza di Monguelfo sulla strada principale che risale la Val Pusteria porta nella Val di Braies fino ad arrivare al lago.

Nel periodo estivo il traffico è limitato e c’è un servizio navetta che porta a pochi metri dal lago ma si può anche pensare di arrivarci a piedi dalla frazione di Ferrara- Prags. Potete trovare tutte le indicazioni dettagliate qui COME ARRIVARE AL LAGO DI BRAIES.

lago di braies-balneabile

 

2. Il lago della serie Un passo dal cielo

Come in molti sanno, il lago di Braies è stato la spettacolare ambientazione naturale della serie televisiva Un passo dal cielo con Terence Hill.

Sulle sponde del lago, verso destra, tra l’hotel e la piccola chiesetta della Madonna c’è l’edificio che è stato la location della Stazione forestale. Al piano terra l’ambientazione della stalla, con alcuni oggetti di scena, è aperta al pubblico e ci si può curiosare dentro.

In ogni caso, non sarà difficile imbattersi nei dintorni in una serie di scorci di posti già visti proprio nella serie televisiva, un effetto di familiarità molto piacevole per molti che arrivano sulle sponde del lago proprio alla ricerca di quell’atmosfera.

lago di braies-chiesetta

 

3. Le Dolomiti di Braies che si specchiano nel lago

Arrivare al lago di Braies significa anche godersi lo spettacolo sempre un po’ ipnotico delle Dolomiti. Infatti, il lago è circondato da una parte delle Dolomiti di Braies un sottogruppo delle Dolomiti che si trovano quasi totalmente nel Parco naturale Fanes – Senes e Braies.
Sulla riva meridionale del lago guardate su e vedrete la Croda del Becco a 2810 m.

Le montagne di questo gruppo, la più alta è la Croda Rossa d’Ampezzo 3146 m, sono fitte di sentieri e possibili escursioni, percorsi di trekking e arrampicata, un posto speciale per chi ama la montagna.  Per i camminatori sempre alla ricerca di nuovi itinerari segnaliamo che proprio dalle rive del lago di Braies parte l’Alta via n.1.

Anche d’inverno, le Dolomiti di Braies sono una meta piuttosto frequentata, ci sono tante possibilità per praticare sci d’alpinismo o ciaspolare.

lago di braies-croda del becco

 

4. Andare in barca sul lago di Braies

Per molti, un’esperienza irrinunciabile è proprio quella di fare un giro in barca sul lago e sì, è possibile. Si può affittare una delle barche a remi salendo sul pontile a sinistra dell’hotel e rivolgendosi agli addetti.

Le barche in legno possono accogliere fino a 4 persone e per un giro sul lago di un’ora ci vogliono 25 euro (più 25 euro come deposito) e buone braccia per remare.

Il fascino anche solo dell’idea di questo giro ha certamente a che fare con il paesaggio suggestivo e “quel non so che” difficile da spiegare a parole, non c’è da stupirsi che muoversi in barca sul lago richiami anche alla leggenda di poter raggiungere il regno sotterraneo di Fanes avventurandosi in barca fino all’estremo sud del lago, dove sorge la Croda del Becco.
Leggenda o no, lo spettacolo del paesaggio e le foto bellissime sono assicurati.

lago di braies-giro in barca

 

5. Fare il bagno nel lago di Braies

Al lago di Braies, secondo varie fonti è possibile fare il bagno, bisogna solo essere temerari perché la temperatura dell’acqua è da lago di montagna e se qualcuno ha già provato l’esperienza sa cosa significa.

Nelle calde giornate estive è davvero facile imbattersi in coraggiosi bagnanti che, in costume da bagno si buttano in acqua anche solo per una foto ricordo. Sappiate che, temerari o no, è necessario avere consapevolezza che i laghi in alta montagna non sono come quelli a bassa quoto o come le spiagge della riviera romagnola, hanno caratteristiche e pericoli diversi e da non sottovalutare.

È importante però precisare un paio di cose, la prima è che il lago di Braies non è nella lista ufficiale dei laghi balneabili della Provincia Autonoma di Bolzano e, anche se non trovate un guardiano delle rive che vi impedisce di mettere piede in acqua, è bene sempre porsi con atteggiamento rispettoso nei confronti di un ecosistema come quello del lago.

lago di braies-inverno

 

6. La passeggiata che fa il giro del lago di Braies

Arrivando al lago e avvicinandosi alle sponde con l’hotel sulla destra, potete iniziare il giro andando a sinistra. Dopo solo pochi passi incontrerete il pontile dove si affittano le barche per il giro del lago, proseguite per il sentiero che costeggia le sponde. Il sentiero si restringe mentre si arriva al punto più stretto del lago, qui ci sono diversi punti dove ci si può fermare.

Da qui il sentiero si allontana un po’ dalla riva, il tratto successivo è quello affascinante che si snoda nella roccia e avvicinandosi alla parte sud sale e poi scende verso alcune belle spiagge. Da qui il sentiero si allarga nuovamente  e il giro si conclude passando dalla chiesetta della Madonna all’hotel sul lago.

Il percorso è piacevole e potete calcolare circa 1 ora e 30 min. è adatto anche a chi non è un gran camminatore e ai bambini, mentre per i passeggini non è l’ideale, o meglio, una parte del giro iniziando da destra permette di arrivare bene alla parte meridionale e fare un giro comunque piacevole.
Qui trovate le info complete ITINERARIO GIRO DEL LAGO DI BRAIES.

lago di braies-giro del lago

 

7. Il Parco Naturale Fanes-Senes-Braies

Il parco naturale di Fanes-Senes-Braies è uno dei più grandi dell’Alto Adige, si estende per oltre 25.000 ettari. Costituito nel 1980 è uno dei parchi più estesi dell’Alto Adige. I confini del parco vanno da quello a nord con la val Pusteria e a ovest con la val Badia fino a sud dove l’Alto Adige confina con il Veneto.  A est il Parco confina con un altro Parco, quello naturale Tre Cime, e con la val di Landro.

Nel Parco alcune cime superano i 3000 metri come la Croda Rossa d’Ampezzo 3.146 m, Cima Cunturines 3.064 m e La Varella, 3.055 m e tra gli altipiani che comprende ci sono quello di Prato Piazza, quello di Fanes e quello di Sennes, che potrebbero essere mete perfette e spettacolari sia d’estate che d’inverno.

lago di braies-dolomiti

 

8. Mercatini di Natale al lago di Braies

Sì, avete capito bene, nel periodo invernale quando il lago è ghiacciato e tutto intorno è bianco e davvero bellissimo c’è anche atmosfera tutta tipica dei mercatini di Natale.
Dal 1 dicembre fino al 16 (date aggiornate al programma per il 2018) nei pressi del lago una ventina di artigiani e produttori locali espongono e vendono i loro prodotti.

Musica natalizia dal vivo, profumi e sapori deliziosi riempiono l’aria e sono possibili anche giri in carrozza trainata dai cavalli. L’arrivo di San Nicolò e la fattoria degli animali faranno definitivamente la gioia dei più piccoli!

lago di braies inverno

 

 

Credits: per la prima immagine nel testo Tiziana Dalla Fontana, per la terza immagine Mihaela Z. Iordache, per la quarta e ottava immagine Andreas Tamanini, per la sesta immagine Evy Lovat, per l’ultima immagine Giulia Graiff.
Per le altre immagini @ilovevaldinon

 

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...