Passeggiata da malga Coredo al punto panoramico sulla Val d’Adige

malga coredo-punto panoramico
Passeggiata da malga Coredo al punto panoramico sulla Val d’Adige
5 (100%) 10 votes

Della serie camminate facili e spettacolari in Val di Non, la passeggiata che dalla malga di Coredo porta al punto panoramico sulla Val d’Adige è la prossima scoperta che devi fare!

Questa bella passeggiata parte dalla malga di Coredo, che si trova tra i boschi della Predaia, sopra i paesi di Smarano e Sfruz, e vi porterà fino al punto panoramico che guarda la Val d’Adige.

Alla malga di Coredo si può arrivare in macchina (vedi sotto le indicazioni precise su come arrivare) e da lì esplorarne i dintorni programmando la giornata come si preferisce. Passeggiata mattutina e poi pranzo in malga, prima pranzo e poi camminata digestiva, o anche passeggiata con panino e poi merenda in malga.

Insomma, ogni scusa è buona per scoprire questo angolo di Val di Non e fare due passi nel bosco.

 

Partenza dalla malga di Coredo

Il punto di partenza della camminata è la malga di Coredo, una piccola grande fattoria di montagna, dove si respira un’aria familiare e gioiosa tra galline, caprette, cavalli e mucche al pascolo.

La malga si raggiunge in macchina prendendo il bivio segnalato alla località Sette Larici, sopra i paesi di Smarano e Sfruz. La strada da fare in macchina è un po’ lunga (circa 6 km) ma ben tenuta, le parti più in salita sono asfaltate o cementate.

Arrivati in malga, non si può sbagliare. C’è un cartello proprio davanti alla malga che indica “punto panoramico”, si segue la freccia e  si parte per la passeggiata. Dopo alcuni metri di salita, si continua in piano in un bosco rado con bei pascoli, e si arriva al primo bivio. Qui si svolta a destra, sempre seguendo l’indicazione “punto panoramico”.

Da qui la passeggiata si fa molto piacevole, si cammina praticamente in piano, o con lievissimi sali scendi, tra grandi alberi. L’ambiente intorno è un misto di pascolo e bosco, ci sono bellissimi larici e abeti, ma anche tanto spazio e tanta luce. Il percorso è largo, comodo e ben segnato.

Si continua la camminata fino ad arrivare ad un secondo bivio, in corrispondenza del Ciapitel del Presepi, che troverete segnato con un cartello sull’albero.

Si continua a seguire l’indicazione “Punto panoramico” proseguendo verso destra, e non svoltando a sinistra (dove c’è l’indicazione invece per Costa Larga). In quest’ultimo tratto ci sono alcune parti di salita che vi faranno superare l’ultimo dislivello, ma sono molto brevi.

 

Arrivo al punto panoramico sulla Val d’Adige

E dopo circa 30 minuti di cammino (45 min. facendo la passeggiata con molta calma) ecco che si arriva in alto, si scorgono le staccionate in legno e si percepisce di essere arrivati dove la montagna “finisce”. Infatti si percorre ancora un ultimo tratto si sentiero lungo la staccionata in legno e si arriva finalmente al punto panoramico.

Qui troverete uno strano pino, e vicino una panchina in legno. I più temerari possono passare la staccionata per guardare giù… lì sì che tremano le gambe!

La vista è spettacolare, la montagna qui cade a picco e si vedono i paesi e i campi coltivati della Val d’Adige, proprio sotto di noi quasi fosse possibile toccarli. Ma attenzione a non sporgersi troppo in là, passata la staccionata non ci sono altre protezioni, se siete con i bambini attenzione doppia.

Il ritorno si fa sullo stesso sentiero, rientrando alla malga di Coredo per un buon pranzo o uno spuntino!

 

Lunghezza, tempi, dislivello

Si tratta di una passeggiata facile e adatta a tutti, c’è solo una parte di salita verso la fine del percorso.

Il sentiero è largo e comodo, non ci sembra però adatto per i passeggini per la presenza di molto piccole pietre che ostacolano le ruote. Abbiamo incontrato una famiglia con passeggino normale (non da trekking) e dovevano alzarlo continuamente per avanzare, quindi all’estremo può essere fattibile con il passeggino a da trekking ma non comodissimo.

 

Ecco le caratteristiche della passeggiata fino al punto panoramico:

  • lunghezza: circa 3 km andata e ritorno
  • dislivello: circa 90 m in salita, lo stesso in discesa
  • tempi: circa 1 ora – 1 ora e mezza, andata e ritorno (i tempi possono variare a seconda del passo e delle soste)
  • sentiero: n. 525, indicazione “punto panoramico”, partendo dalla malga di Coredo

 

Per chi vuole allungare il percorso, poco prima di arrivare al punto panoramico, sulla destra si può seguire il sentiero che porta a Malga Rodeza. Qui le info sull’anello: giro tra malga di Coredo e malga Rodeza

 

 

Credits: per tutte le immagini I Love Val di Non

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...