Andare al lago di Erdemolo e scoprire la valle dei Mòcheni

lago di erdemolo

Il lago di Erdemolo è forse la meta più conosciuta della Valle dei Mòcheni e non è un caso. Questo piccolo lago a forma di cuore tra le montagne ha un fascino tutto particolare!

Ci emoziona sempre il pensiero di avere ogni giorno un posto nuovo da scoprire, un consiglio da seguire, un’ispirazione da concretizzare e poi riuscire a passare a qualcun altro lo stesso entusiasmo e questa, è proprio una di quelle volte.

Probabilmente vi sarà capitato di vedere le immagini o sentir parlare di questo piccolo lago a forma di cuore dalla bellezza timida e delicata. Se è così, bene, anche per noi è stato lo stesso e a un certo punto il lago di Erdemolo è diventato un pensiero fisso, quindi questo articolo ci voleva assolutamente!

Un grazie speciale a Andreas Tamanini senza il cui contributo non avremmo potuto realizzare questo articolo. Tutte le foto sono di Andreas Tamanini, vai qui per vedere la sua bellissima Galleria

lago di erdemolo-lago a cuore
lago di Erdemolo – by Andreas Tamanini

Il lago di Erdemolo, il lago fatto a cuore in Trentino Alto Adige

Una delle particolarità di questo piccolo lago di origine glaciale è la sua forma davvero originale che in effetti ricorda quella di un cuore e che, specialmente se fotografato da una certa prospettiva, permette di catturare immagini davvero d’effetto.

Il lago di Erdemolo si trova a 2006 metri di altitudine, nella parte occidentale della catena del Lagorai, il monte sopra il lago è il Monte Lago (2326 m).

lago di erdemolo-valle dei mocheni
lago di Erdemolo – by Andreas Tamanini

Nella parte sud del lago potreste anche riuscire a toccare la neve d’estate, infatti c’è un nevaio che spesso rimane visibile per tutta la stagione calda e che è formato da neve e ghiaccio che si accumulano sul lago durante l’inverno.

Nelle vicinanze del lago trovate anche l’omonimo rifugio, che però non è stato ancora riaperto al pubblico.

Aggiungiamo una curiosità, di quelle che forse si imparano a scuola e poi si scordano, dal lago nasce il torrente Fersina che poi scende per tutta la valle dei Mòcheni e per una parte dell’alta Valsugana per poi buttarsi nell’Adige.

lago di erdemolo
lago di Erdemolo – by Andreas Tamanini

La camminata che porta al Lago di Erdemolo non è lunghissima, ma il dislivello è di circa 500 metri quindi, si sale e senza scuse.

La cosa positiva è che dopo un primo tratto poco interessante sulla strada asfaltata, il paesaggio e il sentiero diventano davvero piacevoli e si sa che, distraendosi con le cose belle, si cammina meglio!

L’escursione al lago di Erdemolo è una di quelle per tutto l’anno, perfetta d’estate nelle belle giornate quando blu e verde luccicano in maniera particolare; favolosa d’autunno che con i suoi colori rende le escursioni in montagna così spettacolari che è addirittura difficile descriverle; e quasi poetica d’inverno, con quell’atmosfera fuori dal tempo che si percepisce mentre si sale con le ciaspole (condizioni della neve permettendo).

lago di erdemolo autunno
lago di Erdemolo – by Andreas Tamanini

Come arrivare al Lago di Erdemolo

Il lago di Erdemolo si trova in Valle dei Mòcheni, una valle del Trentino che è chiamata anche valle del Férsina, il torrente che nasce proprio dal lago, passa per Trento e confluisce nell’Adige.

Al lago si arriva a piedi con una bella escursione, partendo da Palù del Fersina, che si raggiunge in macchina risalendo tutta la valle da Pergine Valsugana. Si prosegue in macchina dopo il paese fino al parcheggio in località Frotten, qui si può lasciare la macchina (il parcheggio è a pagamento).

Si imbocca quindi il sentiero 325, che risale il vallone seguendo il corso del torrente. Si cammina prima sulla strada, con una pendenza non troppo marcata, e poco prima di arrivare alle miniere si passa il torrente e si prosegue su sentiero passando in una bellissima radura.

Dopo poco il percorso si fa un po’ più ripido, ma sale sempre in modo costante. Si devono infatti superare ancora 300 metri di dislivello che ci separano dal lago.

Terminata la salita, si svolta a sinistra sul sentiero 324 che passa accanto al rifugio Erdemolo (chiuso) e da qui in pochi minuti si raggiungono le sponde del bellissimo lago.

Per chi volesse fare un giro più lungo, c’è la possibilità di fare un bel giro ad anello che passa anche per il rifugio Sette Selle, punto di riferimento per gli escursionisti dato che il rifugio accanto al lago è chiuso.

Il sentiero 324 collega infatti il lago al rifugio, un percorso che costeggia tutto il versante della valle in quota. È possibile fare il giro in tutti e due i sensi, quindi passando prima per il rifugio e poi per il lago, oppure seguire il percorso appena descritto e poi dal lago continuare arrivando al rifugio per poi rientrare al punto di partenza (sentieri 325, 324, 343).

rifugio sette selle autunno
Rifugio Sette Selle – by Andreas Tamanini

Escursione al lago in breve

  • PARTENZA: parcheggio località Frotten, Palù del Fersina – (circa 1510 m) guarda sulla mappa
  • ARRIVO: lago Erdemolo (circa 2006 m) – guarda sulla mappa
  • LUNGHEZZA: 3,2 km circa – solo andata
  • DISLIVELLO IN SALITA: 500 m circa – saranno in discesa al ritorno
  • TEMPI: 1.30 h / 2.00 h circa solo andata – il tempo di percorrenza può variare a seconda del passo e delle soste
  • RITORNO: stesso percorso (oppure variante giro ad anello per Rifugio Sette Selle)
  • SENTIERI: 325, dal parcheggio al lago
  • VARIANTE: giro ad anello, sentiero 342 per Rifugio Sette Selle, sentiero 324 in quota fino al lago Erdemolo, sentiero 325 per il rientro al parcheggio (10 km – 800 m di dislivello – circa 4 ore e mezza totali)

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...