Monte Ometto – Mandelspitz, una cima nelle Maddalene da conquistare

Monte Ometto – Mandelspitz, una cima nelle Maddalene da conquistare
5 (100%) 8 vote[s]

Raggiungere una cima dopo la fatica della salita è una delle soddisfazioni più belle in montagna. Se cerchi un nuovo itinerario, la salita al Monte Ometto – Mandelspitz nelle Maddalene è il prossimo da mettere in programma!

Un grazie speciale a Michele Rossetto senza il cui contributo non avremmo potuto realizzare questo articolo. Tutte le foto sono di Michele Rossetto, vai qui per vedere la sua bellissima Galleria

Il Monte Ometto, in tedesco Mandelspitz, si trova nella catena delle Maddalene in Val di Non, appena sopra Proves. La cima è alta 2395 metri, ed è leggermente staccata dalla serie di vette principali della catena. Da quassù si ha una bellissima visuale sulle montagne circostanti e sulla valle.

monte ometto mandelspitz maddalene

La cima si può raggiungere seguendo diversi percorsi, vi raccontiamo qui quello che passa per le 3 malghe sopra Proves e raggiunge poi il sentiero 133 Aldo Bonacossa.

Si tratta di un itinerario di trekking per escursionisti che hanno esperienza di sentieri di montagna sopra i 2000 metri di altitudine, ma non presenta particolari difficoltà. Come per quasi tutte le cime delle Maddalene, il dislivello da superare non è mai poco (in questo caso circa 700 m), quindi per affrontare la salita è bene avere un buon allenamento.

monte ometto mandelspitz maddalene

 

Il percorso per il Monte Ometto – Mandelspitz

L’itinerario percorso da Michele inizia dal parcheggio del Passo Castrin, in corrispondenza delle gallerie per la Val d’Ultimo, passa per le 3 malghe sopra Proves e raggiungendo il sentiero Aldo Bonacossa 133, porta fino poi fino in vetta al Monte Ometto-Mandelspitz.

Per arrivare al parcheggio si segue la strada che porta in Val d’Ultimo, passando o da Rumo o dalla strada che da Revò sale verso Proves. GUARDA SU GOOGLE MAPS DOVE SI TROVA IL PUNTO DI PARTENZA

Dal parcheggio si imbocca sulla sinistra (se si viene dalla Val di Non) il sentiero segnalato che porta alla malga di Cloz. Questo primo tratto del percorso è molto piacevole, è infatti una comoda passeggiata che tocca tre malghe: quella di Cloz, quella di Revò e malga Kessel. L’abbiamo raccontato qui: Giro delle 3 malghe.

malga kessel alta

Fino alla Kessel bassa (1715 m) il dissello è minimo, mentre da qui si inizia a salire imboccando il percorso n. 11 che con qualche tornante sale verso malga Kessel Alta (1922 m). Si superano così i primi 200 metri di dislivello dell’escursione.

Alla Kessel Alta, date un’occhiata nella fontana, potreste trovare una sorpresa (nel caso meglio berla al rientro!). Da qui abbandonate il sentiero n. 11 e prendete il sentiero 133 Aldo Bonacossa, verso sinistra. Nel primo tratto, potrete riprendere fiato, per poi iniziare la parte in costa proprio sul versante nord del Monte Ometto. Il sentiero sale costantemente, ma sempre in costa, il che lo rende meno faticoso.

alba monte ometto mandelspitz maddalene

Arrivati alla zona del cantiere dei paravalanghe, (dove troverete alcuni container per gli addetti ai lavori), abbandonate il sentiero 133 e iniziate a salire verso destra lo “spigolo” che porta alla cima del Monte Ometto. Il sentiero non è segnalato, ma la traccia è chiara.

Questo è l’ultimo tratto di salita prima di arrivare alla cima, si continua a seguire la cresta superando gli ultimi 350 m di dislivello. Avvicinandosi alla vetta troverete una parte di sentiero tra prato e piccole rocce, quindi attenzione a dove si mettono gli scarponi! L’ultima fatica, ma già si intravede la cima, un passo dopo l’altro… ed eccoci alla croce del Monte Ometto-Mandelspitz a 2395 metri.

Il ritorno si fa sullo stesso percorso.

cima del monte ometto mandelspitz maddalene

 

La salita al Monte Ometto in breve

  • PARTENZA: Parcheggio gallerie Val d’Ultimo, Passo Castrin (1685 m)
  • ARRIVO: Monte Ometto-Mandelspitz (2395 m)
  • LUNGHEZZA: 12 km circa – andata e ritorno
  • DISLIVELLO IN SALITA: 710 m circa – saranno in discesa al ritorno
  • TEMPI: 4.30 h- 5.00 h circa – andata e ritorno il tempo di percorrenza può variare a seconda del passo e delle soste
  • RITORNO: sullo stesso percorso 
  • SENTIERI: 8 – 11 – 133
  • VARIANTE: la cima si può raggiungere anche da sud partendo da Proves e passando per la Stierberg Alm

itinerario monte ometto mandelspitz

 

Consigli

  • Se non conosci la zona studia il percorso su una cartina prima di intraprendere l’escursione e portala con te durante l’escursione.
  • Informati sulle condizioni meteo prima di partire per la tua escursione.
  • Porta nello zaino una giacca a vento, una borraccia d’acqua e un cambio lungo, se l’abbigliamento che indossi è estivo. 
  • Rimani sempre sui sentieri segnalati, non allontanarti dal sentiero battuto.
  • Non disturbare gli animali che incontri e non raccogliere fiori e piante.
  • Soprattutto nel periodo estivo, non partire troppo tardi per non ritrovarti sopra il confine degli alberi nel momento più caldo della giornata.

 

 

Credits: per tutte le immagini Michele Rossetto.

 

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...