Montagna e me. 4 cose da tenere sempre in tasca

Quando si va in montagna è meglio andarci leggeri. Uno zaino ben fatto con tutto il necessario, ma solo l’indispensabile, e 4 cose da avere sempre a portata di mano.

La montagna è una scuola di vita, anche quando c’è da capire cosa è indispensabile portarsi dietro prima di partire per una camminata. Bisogna imparare a lasciare a casa tutte le cose superflue che sarebbero solo un peso in più da portare fino alla vetta, ma anche sapere quali invece non vanno assolutamente dimenticate.

Che siate assidui frequentatori delle montagne della Val di Non, o camminatori della domenica, siamo sicuri che almeno alcune di queste quattro cose le avete sempre in tasca.

 

Cartina

Anche se avete qualche difficoltà nel leggerla, la cartina ci vuole. Preziosa compagna, va tenuta sempre a portata di mano.

Dubbi ad un bivio del sentiero, cartina. Qualcuno vuole sapere che cima è quella montagna lì davanti, cartina. Sale un po’ di stanchezza, meglio controllare quanto manca, cartina. Voglia di provare un percorso alternativo al ritorno, cartina. Curiosità di sapere a che quota è quel monte, quella malga, quel rifugio, cartina. Controllare quanti metri di dislivello si sono fatti in una sola giornata, cartina.

E si potrebbe continuare. Indispensabile per studiare l’itinerario prima di partire, ma ancora più utile mentre si cammina, sia in caso di temporaneo smarrimento o dubbi sul sentiero, sia per sapere esattamente dove ci si trova e dove si sta andando.

La cartina merita attenzione e rispetto, quindi va sempre ripiegata con precisione e tenuta in una tasca dove non si possa bagnare o rovinare.

montagna-zaino-cartina

 

Bussola

Compagna fedele della cartina, anche la bussola andrebbe sempre portata con sé. Leggera, non ingombra e non ha bisogno di pile o batterie. Molto utile soprattutto se si cammina in una zona che non si conosce, dove è possibile che si perdano i punti di riferimento.

In ogni caso, una bussola è sempre meglio averla, anche quando ci si affida alla conoscenza delle vette delle montagne per orientarsi. In montagna si sa possono sempre arrivare nebbia, temporali, nuvoloni, che possono disorientare. In quel caso niente paura, si tirano fuori dalle tasche bussola e cartina e si riprende il sentiero.

bussola

 

Cioccolato

Soprattutto durante una lunga salita, si spendono molte energie e quando serve c’è bisogno di qualcosa che dia una rapida e potente botta di vita al corpo. Su cosa sia meglio mangiare e bere in questi casi, ci sono diverse scuole di pensiero.

Ma in generale, se si sente un mancamento o una perdita di forze, si deve mangiare qualcosa di molto calorico che dia rapidamente energie al corpo. Quindi di solito si consiglia qualche quadrato di cioccolata o una manciata di frutta secca, meglio se mista (noci, nocciole, uvetta, albicocche secche).

Nel dubbio, meglio avere sia l’uno che l’altro, e sempre a portata di mano.

cioccolato

 

Coltellino svizzero

Il coltellino dai mille usi, se per una volta ve lo siete dimenticato, sicuramente vi servirà. Piccolo e pratico, quello svizzero è stato pensato appositamente per avere mille utilità in una. C’è anche chi preferisce il più elegante e classico Opinel, certo non milleusi come il coltello svizzero, ma pratico, maneggevole e con una lama decisamente migliore.

Addirittura c’è chi ha il proprio coltello personale, a cui di solito è particolarmente affezionato e guai ad usarlo senza permesso. Per tagliare qualche fetta di salame, per raccogliere un porcino sul sentiero, per far la punta ad un ramo e farne un bastone, per levarsi una spina dalla mano. Non c’è scampo, non c’è scusa che tenga, bisogna sempre avere un coltellino in tasca.

coltellino svizzero - tasca-montagna-Val di Non

 

Credits: per l’immagine di copertina Caterina Zini.

Cosa ne pensi?
Sara Manella

Sara Manella

In cerca insaziabile di nuove prospettive, la montagna mi ha cresciuto e l’architettura mi ha dato occhi nuovi per guardare il mondo. Mi piace mettermi alla prova con tutto ciò che devo impegnarmi a capire. Regalatemi una cartina e mi farete felice.

Potrebbero interessarti anche...