Giro d’inverno alle 3 malghe di Cloz, Revò e Kessel

malga di revò-giro delle malghe cloz revò kessel in inverno
Giro d’inverno alle 3 malghe di Cloz, Revò e Kessel
5 (100%) 4 votes

Il giro delle tre malghe sopra Proves è uno di quei giri belli da fare in Val di Non anche in inverno. Lungo la passeggiata che collega malga di Cloz, malga di Revò e malga Kessel, con poca o tanta neve, il paesaggio è sempre spettacolare, il percorso facile e si può anche fare tappa in malga per bere o mangiare qualcosa di caldo!

Le passeggiate d’inverno hanno tutto un fascino particolare, se poi si ha la fortuna di uscire dopo una bella nevicata, beh, la bellezza del paesaggio imbiancato vi farà dimenticare anche il freddo!

foto di Valentina Agosti

E tra le tante belle passeggiate in Val di Non da fare d’inverno, questo giro è sicuramente da mettere in programma. Abbiamo già raccontato il giro delle 3 malghe in estate, che si trovano sopra il paese di Proves sulla strada che porta in Val d’Ultimo.

Si tratta di una passeggiata facile che però vi regalerà belle emozioni, perfetta da fare anche con i bambini.

Le tre malghe si trovano nelle Maddalene, ai piedi delle cime Cornicolo, Cornicoletto e Vedetta Alta.

In inverno il percorso che unisce le tre malghe è sempre ben battuto (se c’è neve), quindi è percorribile tranquillamente. È sempre comunque necessario indossare scarponcini adatti a camminare sulla neve, e in caso di una grande nevicata meglio portare con sé anche le ciaspole.

foto di Mihaela Z. Iordache

Giro delle 3 malghe sopra Proves in inverno

Il giro parte dalla strada che porta in Val d’Ultimo, appena prima delle gallerie si può lasciare la macchina nel parcheggio lungo la strada (clicca qui per vederlo su Google Maps). Per raggiungere la malga di Cloz, la prima, si sale a sinistra sulla strada sterrata segnalata (con la neve sarà una pista battuta).

malga di Cloz – foto di Davide Torresani

In circa 15 minuti, sul percorso leggermente in salita, si arriva alla malga di Cloz (di solito aperta nei weekend invernali). Il sentiero continua sempre largo e comodo, con piccoli saliscendi, fino a raggiungere in circa 10 minuti la malga di Revò (di solito aperta nei weekend invernali e in settimana su prenotazione). Svoltato l’angolo in prossimità della stalla, la vista verso le montagne è davvero meravigliosa!

malga di Revò – Foto di Michele Rossetto

Da qui la pista si stringe leggermente e si fa più un sentiero, e sempre con dei saliscendi si arriva in circa 15 minuti fino a malga Kessel (aperta solo su prenotazione).

Per chi ha ancora energia nelle gambe (se c’è tanta neve solo per esperti camminatori), è possibile proseguire il giro salendo fino alla malga Kessel alta, aggiungendo altri 45 minuti circa e superando 250 metri di dislivello.

malga Kessel – foto di Michele Rossetto

Informazioni utili per il giro in inverno

  • La passeggiata di andata è di circa 40-45 minuti a seconda del passo e delle soste e di quanta neve c’è, superando un dislivello di circa 50 metri. Quindi per l’intero giro delle tre malghe, andata e ritorno, contate circa 1 ora e mezza.
  • Può essere un’ottima idea fare la passeggiata al mattino e fermarsi a pranzo in malga, oppure farla appena dopo pranzo e fare una sosta per merenda. Tenete sempre conto che le giornate in inverno sono piò corte e fa buio prima.
  • Se programmate di fermarvi in malga è sempre MEGLIO CHIAMARE PRIMA PER PRENOTARE, e per informarsi sulle eventuali chiusure e aperture straordinarie.
  • Anche se la passeggiata è breve e non presenta particolari difficoltà, è bene attrezzarsi al meglio dato che si cammina in inverno, e eventualmente sulla neve. Quindi sempre bene vestirsi a cipolla, indossare una buona giacca a vento che ripari dal vento, e sempre sciarpa, berretto e guanti. Vanno indossati scarponcini adeguati a camminare sulla neve, e in caso di molta neve attrezzarsi con le ciaspole.
  • Se non si conosce la zona e non si è adeguatamente attrezzati per praticare lo sci d’alpinismo, NON bisogna assolutamente uscire dalla pista battuta per avventurarsi sui pendii innevati.
foto di Patrizia Atzei



Credits: per la foto di copertina (malga di Revò) Michele Rossetto.

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...