La ricetta dello sciroppo di sambuco. Il sapore fresco dell’estate

La ricetta dello sciroppo di sambuco è la prima del libro di ricette della nostra nonna, è lì a parlare d’estate, di corse nei prati, di allegria e freschezza, sì perché quell’aroma particolare fa tornare immediatamente bambini.

Fiori di sambuco - per la ricetta dello sciroppo di sambuco

Una volta andare a cercare le piante di sambuco e raccogliere i fiori per fare lo sciroppo era una specie di appuntamento fisso che significava l’arrivo dell’estate e non c’era niente che sembrasse più buono, fresco e dissetante di un bicchierone d’acqua gelata aromatizzata con lo sciroppo di sambuco fatto dalla nonna.

Se i piccoli riti come andare a cercare i fiori tra campi e boschi (nei posti lontani da qualsiasi tipo di inquinamento) sono difficili da mantenere, quello che non cambia sono le sensazioni e il meraviglioso gusto estivo di un bicchiere di acqua e sciroppo di sambuco, ghiaccio e una fettina di limone o magari, un buon Hugo all’ora dell’aperitivo.

Il sambuco in montagna fiorisce di solito alla fine della primavera, tra maggio e giugno (in alcune zone si trova già in aprile), e si riconosce molto bene per quei suoi grandi ombrelli di piccoli fiori bianchi, e certo, per il suo profumo inconfondibile. Se ne raccogliete per preparare lo sciroppo, prendete qualche fiore in più da friggere in pastella (come i fiori di zucca), sono buonissimi!

Limone, acqua, zucchero, acido citrico. Gli ingredienti per lo sciroppo di sambuco

Lo diciamo spesso quando parliamo di ricette, e questa volta non è diverso, anzi. Di ricette dello sciroppo di sambuco ce ne sono tante, ognuna con dosaggi propri e con o meno la presenza di qualche ingrediente, noi vi raccontiamo questa che è la nostra, se volete condividere la vostra o dare suggerimenti, sono più che ben accetti. Lasciateli nei commenti in fondo alla pagina.

La ricetta dello sciroppo di sambuco

Per 2 l. di sciroppo

  • 25 fiori
  • 4 limoni biologici
  • 3 kg di zucchero
  • 2 litri d’acqua
  • 50 gr acido citrico

Come si prepara lo sciroppo di sambuco

La preparazione è molto semplice, controlla bene i fiori, verifica che siano puliti e liberi da piccoli insetti ma non lavarli. Una volta controllati i fiori, in un recipiente abbastanza grande (di vetro, acciaio inox o plastica dura per alimenti) unisci lo zucchero, l’acido citrico, dai una mescolata, poi l’acqua, il succo dei 4 limoni e i fiori.

Puoi anche aggiungere la buccia esterna del limone (senza la parte bianca). Una volta uniti tutti gli ingredienti mescoli delicatamente ma non troppo a lungo, copri con uno straccio e lasci a macerare per 3 giorni interi in un luogo fresco. Durante i tre giorni di tanto in tanto è bene dare una mescolata. Passati i 3 giorni, filtra lo sciroppo con una garza o un colino e imbottiglialo (in bottiglia o vasetto, sterilizzati in acqua bollente). Lo sciroppo va conservato in un luogo fresco e una volta aperto, tenuto in frigo.

 

 

Credit: per la foto di copertina: Francesca Dusini.

Cosa ne pensi?
Redazione

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...