La passeggiata in piano lungo il Lez di Dovena, amore a prima vista

lez di dovena

Nei boschi sopra il paese di Castelfondo in Val di Non c’è un bel sentiero pianeggiante da fare subito. Ecco il Lez di Dovena, provalo e sarà amore a prima vista!

by Stefano Marini

Quanti lez ci sono in Val di Non? Davvero tanti! E ogni volta è un piacere scoprire nuovi sentieri che seguono questi antichi canali costruiti per portare l’acqua dove ce n’era bisogno. Sì perché sono sempre percorsi pianeggianti, quindi alla portata di tutti, e permettono di scoprire angoli di valle anche meno conosciuti.

Proprio come nel caso del Lez di Dovena, una bella camminata pianeggiante poco sopra il paese di Castelfondo, con una vista panoramica sull’Alta Val di Non davvero spettacolare. Una passeggiata facile e in piano che porta fino al bacino irriguo di Dovena.

bacino di dovena
bacino di Dovena – by Stefano Marini

Attenzione! L’imbocco del sentiero però non è molto ben segnalato, quindi per trovarlo seguite le indicazioni qui sotto!

Come arrivare all’imbocco del sentiero

Il percorso del Lez di Dovena si imbocca lungo la strada che da Castelfondo sale alle Regole.

Per arrivare all’inizio del sentiero, dalla statale 42 nel tratto che collega Fondo a Brez, si imbocca la strada che devia verso Castelfondo. Arrivati in paese si svolta a destra seguendo le indicazioni per Regole di Castelfondo/Dovena.

Si segue la strada fino al grosso curvone che porta verso Dovena, in quel punto si svolta a sinistra seguendo l’indicazione “Regole”. Si sale e si imbocca via della Croce, che dopo poco entra nel bosco e sale verso le Regole fino al Rifugio Arnica.

Nel primo tratto la strada è aperta verso la valle, dopo poco inizierà a insinuarsi nel vallone che porta alle Regole in un bosco più fitto. Qui a un certo punto noterete uno spiazzio sulla sinistra dove potrete lasciare la macchina, e sulla destra troverete l’imbocco del sentiero.

Salendo non è molto visibile, quindi ponete attenzione. Se salendo vedrete una piccola cappellina sulla destra, siete già saliti troppo, in questo caso arrivate fino al rifugio Arnica e tornate indietro di circa 1 km, in questo modo sarà più facile avvistare l’imbocco del sentiero.

L’alternativa è partire a piedi dal Rifugio Arnica, percorrendo il primo chilometro in discesa sulla strada asfaltata (che sarà poi in salita al rientro).

Lez di Dovena

Una volta imboccato il Lez di Dovena, non dovete far altro che seguire il percorso nel bosco. La passeggiata è molto piacevole e completamente pianeggiante e alterna tratti protetti dagli alberi a sprazzi più aperti, con una bella vista sulla valle.

lez di dovena
by Stefano Marini

Nei tratti più aperti riuscirete ad avere una bellissima panoramica sull’Alta Val di Non, con lo sguardo che potrà spaziare dal Monte Roen fino alle lontane Dolomiti di Brenta.

Dopo circa 2 km di passeggiata, arriverete a un bel boschetto che anticipa la tappa finale del percorso. Tra gli alberi vedrete spuntare il bacino di Dovena, un grande bacino artificiale costruito per raccogliere l’acqua a scopo irriguo.

sentiero castelfondo dovena
by Stefano Marini

Potete fare a piedi il giro del bacino e godervi un po’ di sole, anche qui la vista sulla valle e sui boschi intorno è davvero incantevole! Riuscirete anche a intravedere, sulla sponda opposta della valle, i prati e le case del paesino di Tret.

Per rientrare, percorrete a ritroso il sentiero dell’andata.

Il lez di Dovena si può percorrere anche con il passeggino (sempre meglio da trekking!).

bacino di dovena
bacino di Dovena – by Stefano Marini

Lez di Dovena, percorso in breve

  • PARTENZA: Strada per le Regole di Castelfondo, lungo la strada (1155 m circa) qui sulla mappa
  • ARRIVO: Bacino di Dovena (1130 m circa)
  • LUNGHEZZA: 5 km circa – andata e ritorno
  • DISLIVELLO IN SALITA: passeggiata pianeggiante
  • TEMPI: 1.30 h circa – andata e ritorno – il tempo di percorrenza può variare a seconda del passo e delle soste
  • RITORNO: sullo stesso percorso
  • VARIANTE: il percorso si può allungare partendo dal Rifugio Arnica: il giro totale diventa di 7 km con un dislivello in discesa e poi in salita di circa 130 m.
  • PUNTI DI INTERESSE: Bacino di Dovena, Rifugio Arnica – qui sulla mappa

Un grazie particolare a Stefano Marini per le immagini e i preziosi consigli.

bacino di dovena
by Stefano Marini

Nota bene

Durante le tue passeggiate in montagna porta sempre con te uno zaino con dell’acqua (riempi la borraccia prima di cominciare la camminata). Controlla il meteo prima dell’escursione e studia il percorso su una cartina. Indossa scarpe adatte al percorso e abbigliamento comodo.

Nelle tue camminate rispetta l’ambiente che ti circonda, non raccogliere fiori, piante, minerali di nessun genere, non disturbare gli animali selvatici e soprattutto non abbandonare rifiuti.

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...