3 modi per arrivare a San Romedio

A piedi, in auto, in moto, non c’è un solo modo per arrivare a San Romedio, uno dei luoghi più conosciuti e suggestivi della Val di Non. Ve ne raccontiamo tre per raggiungerlo tra boschi, pareti rocciose e canyon.

come arrivare a san romedio- i love val di non

Con la sua spettacolare architettura aggrappato ad uno sperone di roccia alto quasi 90 metri, il santuario di San Romedio, per secoli meta di pellegrinaggi, è un luogo davvero particolare immerso tra i boschi nel canyon dove scorre il rio omonimo.

Se già lo conoscete forse sapete anche che ci sono diverse strade e sentieri che portano al santuario, ma li avete già provati tutti? Se invece siete in Val di Non e non ci siete mai stati sappiate che il santuario è una tappa obbligatoria, e l’esperienza non sarà solo visitarlo ma anche scegliere come raggiungerlo.

 

Arrivare a San Romedio in macchina

La via principale e sicuramente la più utilizzata per arrivare a San Romedio è la strada asfaltata che collega Sanzeno al santuario.

Dalla piazza del paese dove si affaccia Casa de Gentili imboccate la strada sulla destra che vi condurrà nella stretta valle dove scorre il rio di San Romedio per arrivare dopo circa tre chilometri al parcheggio ai piedi del santuario, che si raggiunge con un breve tratto a piedi. Il paesaggio che si ammira nel canyon, lungo la strada che si snoda tra le pareti di roccia a strapiombo, è particolarmente suggestivo, un percorso amato e consigliato anche dai motociclisti e facilmente percorribile anche a piedi.

Durante tutto l’anno, ad eccezione del periodo estivo, la strada è percorribile in automobile fino al parcheggio. Nei mesi di luglio e agosto viene invece attivato un servizio di navetta che collega Sanzeno al santuario.

San Romedio-canyon-credit ph Valentina Martini

Come arrivare a Sanzeno in macchina

Se arrivate da fuori regione, prendete l’autostrada del Brennero A22 e passata Trento uscite a San Michele All’Adige. Seguite le indicazioni per la Val di Non percorrendo la SS43. Arrivati al bivio di Dermulo seguite a destra le indicazioni per Fondo, il passo della Mendola e troverete indicato anche San Romedio. Proseguite quindi fino a Sanzeno e dalla piazza del paese seguite le indicazioni per il santuario.

 

Percorrere il sentiero nella roccia da Sanzeno

Tra i vari sentieri che portano a San Romedio, questo è sicuramente il più suggestivo ed è un’avventurosa alternativa alla strada carrabile. Si tratta di un percorso in parte ricavato da un antico canale irriguo ottocentesco, scavato nella parete di roccia che cade a strapiombo sulla valle del rio di San Romedio. La passeggiata di circa 45 minuti è adatta anche ai bambini e la vista è davvero spettacolare e vertiginosa!

come arrivare a san romedio- sentiero nella roccia-valentina martini- i love val di non

Il sentiero parte dalla strada di fronte al Museo Retico di Sanzeno, dove è possibile lasciare l’auto. Qui una passerella in legno ben visibile segna l’inizio del percorso (troverete l’indicazione per San Romedio) che vi condurrà per un primo tratto tra meleti e boschi per poi arrivare al sentiero scavato nella roccia completamente in piano, messo in sicurezza da un robusto parapetto. Sarà naturale perdersi a guardare il panorama ma state attenti a non battere la testa, in certi punti il passaggio è piuttosto basso!

come arrivare a san romedio- sentiero nella roccia-patrizia atzei-i love val di non

Il sentiero si collega nella parte finale alla strada asfaltata raggiungendo in pochi minuti il parcheggio da cui si sale al santuario.

Nel tratto di sentiero lungo la parete di roccia c’è anche una palestra di arrampicata quindi consigliamo di fare attenzione e di non sostare nei pressi se c’è qualcuno che sta arrampicando.

 

Arrivare a San Romedio a piedi attraverso i boschi

Ogni villaggio nei dintorni aveva storicamente il proprio sentiero per raggiungere il santuario. Infatti non vi si accede solamente risalendo il canyon da Sanzeno, ma si può arrivare a San Romedio anche ‘da sopra’.

Ci sono infatti diversi percorsi che da Don, Coredo e Salter scendono nella valle, potete scegliere di arrivare a San Romedio rigenerati dopo una camminata immersi nel silenzio dei boschi e accompagnati dallo scroscio delle acque dei torrenti.

Dal paese di Don proseguite verso il cimitero e imboccate il sentiero 539 che nel primo tratto vi porterà con una ripida discesa nel canyon dove scorre il rio di San Romedio. Da qui la passeggiata prosegue costeggiando il torrente, in un ambiente naturale davvero suggestivo, fino ad arrivare ai piedi del santuario. La camminata è di circa due ore.

Dal centro del paese di Coredo seguite la strada principale che sale verso Smarano, fino all’indicazione del sentiero Viale dei sogni (SAT 537). Qui un comodo sentiero pianeggiante che attraversa il bosco vi porterà fino a costeggiare i laghi di Coredo e Tavon. Passati i due specchi d’acqua il sentiero inizia a scendere fino al Doss Canestrin, e si continua la discesa (SAT 535) percorrendo una piccola valle dove scorre il rio Verdes che vi porterà fino a raggiungere direttamente l’accesso al santuario. Il percorso è di circa un’ora e un quarto.

Da Salter un altro sentiero chiamato Senter de l’ors  scende ripido nel canyon di San Romedio e in circa un’ora vi condurrà al parcheggio ai piedi del santuario.

 

Per approfondire:

Se vuoi conoscere tutti i sentieri per arrivare a piedi a San Romedio dai un’occhiata qui.

Se invece vuoi scoprire alcuni punti panoramici per godersi la vista sul santuario di San Romedio clicca qui.

 

Credits: per l’immagine di copertina Spazi Aperti, per la prima immagine del testo @m3gzortea, per la seconda  e la terza immagine del testo Valentina Martini, per la quarta immagine del testo Patrizia Atzei, per la quinta immagine I Love Val di Non.

Cosa ne pensi?
Redazione

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...