Differenza tra rifugio e bivacco, malga e baita

differenza tra rifugi e bivacchi
Differenza tra rifugio e bivacco, malga e baita
5 (100%) 2 vote[s]

Conosci la differenza tra un rifugio e un bivacco, tra una baita e una malga? Sono tutti edifici che si trovano in montagna, ma hanno funzioni e caratteristiche molto diverse.

Chi frequenta le montagne avrà spesso sentito questi termini, e gli sarà capitato di andare a mangiare in malga, oppure di dormire in rifugio, o magari di essere invitato in baita da qualche amico.

Ma può succedere che questi termini vengano confusi, se la differenza tra rifugio e bivacco e baita e malga non ti è così chiara, leggi qui!

Cos’è un rifugio

Il rifugio è un edificio che si trova in montagna dove gli escursionisti possono pernottare. Il rifugio infatti è una vera e propria struttura ricettiva in quota, che può essere punto di arrivo di una camminata oppure punto di partenza per una salita ad una vetta. Molti rifugi infatti si trovano ai piedi di cime note, e sono un punto d’appoggio per gli alpinisti.

Ci sono rifugi a quote diverse, alcuni più nuovi altri storici, in generale tutti hanno un buon numero di posti letto, di solito in camerate, una sala ristorante, uno spazio bar e dei locali separati per il gestore.

Dormire in rifugio può essere un’esperienza da fare anche solo per l’emozione di dormire in quota e magari svegliarsi presto per vedere l’alba. Ma una buona idea è anche quella di fare una camminata in giornata per poi pranzare in rifugio.

A differenza del bivacco, nel rifugio c’è sempre un gestore e tutti i servizi sono a pagamento. Si consiglia sempre di chiamare prima in rifugio per prenotare, sia per il ristorante che per il pernottamento.

Qui trovi la definizione: Regolamento Generale Rifugi CAI

rifugio vajolet-differenza rifugio e bivacco baita e malga

 

Cos’è un bivacco

Anche il bivacco è un edificio che si trova in montagna dove gli escursionisti possono trovare riparo. Ma a differenza del rifugio, il bivacco è una struttura incustodita, ma sempre aperta e gratuita. I bivacchi di solito sono di dimensioni ridotte, hanno qualche posto letto, a volte una stufa, spesso sono senza energia elettrica.

Esistono bivacchi fissi posizionati in quota, in punti strategici per essere appoggio per trekking di più giorni, o per scalate verso la cima, o ancora riparo in caso di maltempo.

Ma si trovano anche bivacchi a quote più basse ricavati in baite o malghe ristrutturate, in cui una parte dell’edificio rimane sempre aperta, fungendo da riparo per gli escursionisti.

Qui trovi la definizione: Regolamento Generale Rifugi CAI

bivacco frattini-differenza rifugio e bivacco baita e malga

 

Cos’è una malga

La malga di montagna di solito è formata da un’abitazione con accanto una stalla. Sono edifici spesso storici che si trovano sui monti, dove in estate vengono portate le mucche e altri animali a pascolare.

Vengono anche chiamate alpeggi, con questo termine s’intendono anche i prati attorno all’edificio dove gli animali pascolano. Le malghe sono di solito di proprietà del comune o di consorzi e vengono date in gestione.

In Trentino Alto Adige molte malghe si sono trasformate anche in piccole aziende agrituristiche, quindi in malga si può pranzare e a volte anche cenare. Una parte dei locali della malga sono adibiti a sala ristorante, dove si mangia di solito una cucina tipica spesso con prodotti di produzione propria.

In alcune malghe si fanno attività di fattoria didattica, e può esserci anche un piccolo spaccio dove comprare prodotti freschi come burro e formaggio.

val di bresimo-malga bordolona

 

Cos’è una baita

Anche la baita è una costruzione di montagna, ma in questo caso si tratta quasi sempre di edifici privati. Pensando a una baita vengono subito in mente le immagini di piccole casette in legno nel bosco o ai piedi di bellissime montagne. 

A seconda della zona e della tradizione si possono trovare baite con parti in pietra o costruite anche interamente in legno. Si tratta comunque sempre di edifici di modeste dimensioni. Le baite erano costruzioni di solito legate alle attività rurali (deposito di attrezzi, o anche fienili) ma potevano essere usate anche come abitazione.

Molte baite oggi sono state ristrutturate privatamente e vengono usate dai proprietari come punto d’appoggio per un weekend di relax in montagna o per una grigliata in compagnia.

baita di montagna

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui