10 cose da fare in Val di Non

cosa fare in val di non-lago di tovel - laura montanari-i love val di non-3

Cosa fare in Val di Non? Capita che ce lo chiedano gli amici, quelli che ne hanno sentito parlare e si sono incuriositi o quelli che cercano i consigli di chi in un posto c’è nato perché si fida di più.

Alla domanda “Cosa fare in Val di Non” si potrebbe rispondere con una lista lunga un chilometro, ma in sostanza, e dovendo per forza di cose contenersi, si potrebbero fare elenchi diversi di cose da fare in Val di Non a seconda delle esigenze di chi lo chiede. Ma sicuramente il primo di questi elenchi sarebbe questo, con una serie di mete che permettono di farsi tutto un giro della valle, salendo dalla Rocchetta tenendosi sulla sponda sinistra, arrivando nella parte alta della Val di Non a Est, poi spostandosi a Ovest per ridiscendere sulla sponda destra e tornare alla Rocchetta.

1. Castel Thun

Poco dopo Mezzolombardo, passata la Rocchetta prendendo la direzione per Vigo di Ton e seguendo le indicazioni per Castel Thun si arriva in una manciata di minuti al piazzale sotto al castello. Lì si può lasciare la macchina e incamminarsi per il breve tratto che attraverso un piccolo bosco porta all’entrata del castello. Il sentiero nel bosco è breve ma sufficiente per accompagnarti verso l’esperienza di questo straordinario castello, dei suoi giardini meravigliosi, degli interni arredati spettacolari e delle viste mozzafiato dalle finestre delle sue stanze.

cose da fare in val di non-castel thun-francesco uboldi-i love val di non

 

2. Laghi di Coredo

Appena oltre l’abitato di Coredo, sulla strada che porta verso Sfruz e Smarano si arriva ai due laghi di Coredo e Tavon. Lo sfondo delle montagne è così bello da rapirti lo sguardo, il percorso intorno al lago è tante cose diverse. È spazio per una grigliata in compagnia, è passeggiata al fresco di pini e abeti, è prati aperti pieni di fiori per correre e giocare, è una riva con pescatori pazienti, è un tratto per correre o andare in bici, è un parco giochi ed è anche un meritato, perfetto, spazio per rilassarsi.

laghi di coredo_i love val di non_10

 

3. San Romedio dal sentiero nella roccia

Un posto incredibilmente straordinario, non solo dal punto di vista spirituale, è un posto architettonicamente straordinario collocato in un luogo altrettanto meraviglioso. San Romedio è insomma una meta che non si può mancare e se si volesse rendere ancora più emozionante l’esperienza si dovrebbe scegliere, per arrivarci a piedi, il sentiero nella roccia. Il sentiero parte da Sanzeno, di fronte al museo Retico.

cose da fare in val di non-san romedio

 

4. Lago Smeraldo e passeggiata nel burrone

Arrivare a Fondo e non fermarsi al lago Smeraldo potrebbe essere considerato reato. Poco fuori il paese il lago si può raggiungere in macchina o ancora meglio a piedi dal centro del paese imboccando il sentiero della passeggiata del burrone. Il lago e la passeggiata insomma sono due cose che si possono separare perché una rende ancora più straordinaria l’altra.

lago smeraldo-andreas tamanini -cascata-fondo-i love val di non

 

5. Funicolare della Mendola

Salire da Fondo verso il passo della Mendola potrebbe davvero valere la pena, sebbene la località abbia in questi anni perso parte della sua vitalità, nella parte estrema del passo rimane tutto il suo straordinario fascino. Parte di questo fascino, oltre la spettacolare terrazza con vista sulla Val d’Adige è la funicolare della Mendola. Un tratto breve ma spettacolare che bisogna assolutamente fare almeno una volta, andata e ritorno con emozione!

cosa fare in val di non-funicolare mendola-i love val di non

 

6. Canyon Rio Novella

Spostandosi verso la parte Ovest della valle si arriva a Romallo, qui una sosta è dovuta per fare l’esperienza del canyon Rio Novella. Un percorso guidato, caschetto e impermeabile tra passerelle e scale dentro uno dei canyon della Val di Non. Un’esperienza di stupore e di emozioni forti che possono fare anche i bambini.

cosa fare in val di non-canyon novella-giulio chiasserini

 

7. Bosco delle fate

La parte alta della valle non si può dire completa se non si arriva a Preghena sulla strada verso Rumo per vedere il bosco delle fate. Un percorso che si snoda, a salire, nel bosco sopra all’abitato fino alla località dei Plani. Per tutto il percorso, le sculture di un artista locale, raccontano storie di fate, streghe e animali per una passeggiata che è puro incanto.

cosa fare in val di non-sentiero delle fate-i love val di non

 

8. Castello di Altaguardia

Proseguendo da Preghena verso Bresimo siamo all’estremità Ovest della parte alta della valle e lì, non si può mancare di salire fino a quello che è il castello più altro del Trentino, il castello di Altaguardia. Una camminata rinfrancante per arrivare lassù tra i ruderi recuperati di questo bellissimo castello, ma non si dica “solo ruderi” perché il fascino e l’aura di questo posto è intatta, come la vista mozzafiato.

castello di altaguardia-i love val di non-1

 

9. Lago di Tovel

Spostandosi verso la parte bassa della valle sulla sponda destra una deviazione non è doverosa, ma obbligatoria. Da Tuenno si trovano le indicazioni per la Val di Tovel e il lago di Tovel (d’estate esiste un servizio navetta dal primo parcheggio utile sulla strada per il lago). Il lago di Tovel è straordinario, difficile farne una descrizione sintetica che sia realistica, ma senza dubbio si potrebbe offrire una garanzia soddisfatti o rimborsati.

cosa fare in val di non-lago di tovel - andreas tamanini

 

10. Parco Faunistico Spormaggiore

Scendendo verso la parte bassa della valle, l’ultima deviazione dalla strada principale è quella per il Parco Faunistico di Spormaggiore. Un’oasi di natura dove la fauna della montagna è un incontro emozionante e un po’ favoloso, probabilmente un’esperienza indimenticabile per un bambino, ma anche per il bambino che c’è dentro ogni adulto.

cosa fare in val di non-parco faunistico spormaggiore-veronica pava-i love val di non

 

 

Credits: per l’immagine di copertina (lago di Tovel) Laura Montanari, per la prima immagine del testo Francesco Uboldi, per la seconda, quinta, settima e ottava immagine del testo I Love Val di Non, per la terza immagine del testo Giancluca @aed1248, per la quarta e la nona immagine del testo Andreas Tamanini, per la sesta immagine del testo Giulio Chiasserini, per la decima immagine del testo Veronica Pava.

Cosa ne pensi?
Redazione

Redazione

Creiamo progetti per il web, elaboriamo idee e strategie per il web marketing, esploriamo i social media e sviluppiamo contenuti. La Val di Non l'abbiamo conosciuta, studiata, amata. Ve la raccontiamo in un modo tutto nuovo. Per sapere cosa possiamo fare per la tua azienda Clicca qui

Potrebbero interessarti anche...